Fitch non boccia l’Italia e vede con favore elezioni anticipate. Il rating resta BBB con outlook negativo

Fitch non boccia l’Italia e vede con favore elezioni anticipate. Il rating resta BBB con outlook negativo

Il 9 agosto Fitch ha confermato il rating italiano a BBB con outlook negativo, indicando luci e ombre per l’economia italiana. Vediamo di seguito alcuni passi salienti:

 

Andamento economico

 

L’economia italiana è diversificata e ad alto valore aggiunto, con elevati valori di reddito pro capite e molto più forti rispetto ad altri paesi comparabili. Spicca inoltre l’avanzo delle partite correnti.

 

Proprio questo avanzo, non così comune fra i partner europei, si rende necessario per l’alta spesa per interessi (quasi 70 miliardi) necessaria a finanziare l’elevato debito pubblico (in corsivo le note Mazziero Research).

 

Secondo Fitch il sistema pensionistico è sostenibileuna visione che sembra non prendere in considerazione la dinamica demografica che in prospettiva presenta molti pensionamenti dei Baby Boomers e i pochi ingressi dei giovani nel mondo del lavoro.

Tuttavia, Fitch accosta questa visione con la considerazione di un indebitamento moderato del settore privatoancora una volta si lascia intendere che ove non arriveranno le casse pubbliche si potrà sopperire con i risparmi dei cittadini.

 

La politica economica del Governo

 

La sostanziale tenuta del giudizio sembra basarsi più su temi politici che su dati di bilancio dato che, secondo Fitch, il debito pubblico dovrebbe passare dal 132,2% del PIL nel 2018 al 134,7% nel 2021, guidato da una crescita del PIL nominale inferiore e da un indebolimento di 0,7 punti percentuali nel saldo primario dal 2018-2021.

 

Fitch dà per scontato che non vi sarà l’attivazione delle clausole di salvaguardia con l’aumento IVA e che vi sarà un parziale abbassamento dell’aliquota fiscale al 15% per i redditi sino a 50 mila euro.

 

Nel caso si vada a elezioni, Fitch vede un moderato potenziale positivo per la sostenibilità del debito grazie a un nuovo governo più stabile e un orizzonte di pianificazione più lungo che favorisca la crescita.

 

Quindi Fitch sembra appoggiare la possibilità di elezioni anticipate, dando minore rilevanza ad altri aspetti che vengono comunque riportati: ci sono rischi al ribasso per le prospettive fiscali nel caso in cui un futuro governo scelga di disimpegnarsi dalle regole fiscali dell’UE e sia più disposto a rischiare l’instabilità del mercato finanziario.

 

Conclusioni

 

Fitch sembra mantenere una valutazione che nel complesso non è positiva (BBB con outlook negativo) senza aggravarla, sposando l’ipotesi che elezioni anticipate portino a un Governo più stabile e con chiare politiche pro crescita anche a costo di un periodo transitorio di maggiore incertezza.

Nella tabella di seguito i prossimi appuntamenti con i rating

Vedi tutte le stime Mazziero Research aggiornate Cliccando qui

Leggi anche il 34° Osservatorio sui dati economici italiani che può essere scaricato gratuitamente Cliccando qui

 

SEI UN’AZIENDA, CONSULENTE O ORGANIZZI EVENTI?

Porta un esperto di economia alla tua Convention.

Gli analisti della Mazziero Research possono contribuire al successo del tuo evento portando la loro esperienza sull’economia italiana e globale e sui mercati finanziari.
Contattaci subito qui

 

 

LA CRISI ECONOMICA E IL MACIGNO DEL DEBITO.

Per quale motivo dopo dieci anni di crisi l’Italia stenta a risollevarsi? Ma soprattutto cosa ci attende per il futuro? L’opzione Italexit può essere una soluzione? Le risposte in questo libro

Acquistalo subito con lo sconto clicca qui

 

 

 

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Fondatore della Mazziero Research, socio Ordinario Professional SIAT (Società Italiana di Analisi Tecnica), consulente finanziario autonomo iscritto all’albo OCF, responsabile del Comitato di Consulenza di ABS Consulting. Autore di numerosi libri, fra cui “Guida all’analisi tecnica”, “Investire in materie prime” e “La crisi economica e il macigno del debito”, viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari e programmi radiotelevisivi; pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.