Debito pubblico: Nuovo record! 2.906 miliardi, 6 in più delle nostre stime – Tutte le stime Mazziero Research

Debito pubblico: Nuovo record! 2.906 miliardi, 6 in più delle nostre stime – Tutte le stime Mazziero Research

Per scaricare subito il 52° Osservatorio CLICCA QUI

Per leggere le conclusioni dell 52° Osservatorio  CLICCA QUI

 

L’Osservatorio è stato pubblicato il 6 marzo.

 

 

Stime PIL 2024 e debito pubblico sino a giugno 2024
(Costantemente aggiornate)

 

Gli ultimi aggiornamenti del 14 giugno riguardano:

  • Debito a aprile 2024: 2.906 miliardi (in aumento – nuovo record – nostra previsione a 2.900 miliardi)

 

Gli ultimi aggiornamenti del 3 aprile riguardano:

  • Stima debito a aprile 2024: 2.900 miliardi (moderato aumento)
  • Stima debito a giugno 2024: tra 2.929 e 2.947 miliardi
  • Stima debito a dicembre 2024: tra 2.923 e 2.974 miliardi

 

Gli ultimi aggiornamenti del 1 giugno riguardano:

  • Moody’s ha confermato il rating Baa3 con outlook stabile

 

 

Gli ultimi aggiornamenti del 31 maggio riguardano:

  • Confermata Stima ISTAT PIL 1° trimestre 2024: +0,3%
  • Stima Mazziero Research PIL 2° trimestre 2024: +0,3%
  • Stima Mazziero Research PIL 3° trimestre 2024: +0,2%
  • Stima Mazziero Research PIL 4° trimestre 2024: -0,1% 
  • Stima Mazziero Research PIL 2024: +0,9%

 

Gli ultimi aggiornamenti del 15 maggio riguardano:

  • Debito a gennaio 2024: 2.895 miliardi (in aumento – nuovo record – nostra previsione a 2.894 miliardi)

 

Gli ultimi aggiornamenti del 5 maggio riguardano:

  • Stima debito a marzo 2024: 2.894 miliardi (in aumento – nuovo record)
  • Stima debito a giugno 2024: tra 2.913 e 2.941 miliardi

 

Gli ultimi aggiornamenti del 4 maggio riguardano:

  • Fitch ha confermato il rating BBB con outlook stabile

 

Gli ultimi aggiornamenti del 30 aprile riguardano:

  • Stima Preliminare ISTAT PIL 1° trimestre 2024: +0,3%
  • Stima Mazziero Research PIL 2° trimestre 2024: +0,3%
  • Stima Mazziero Research PIL 3° trimestre 2024: +0,2%
  • Stima Mazziero Research PIL 4° trimestre 2024: -0,1% 
  • Stima Mazziero Research PIL 2024: +0,8%

 

Gli ultimi aggiornamenti del 28 aprile riguardano:

  • Standard & Poor’s ha confermato il 19 aprile il rating BBB con outlook stabile
  • DBRS ha confermato il 26 aprile il rating BBB high con outlook stabile
  • Debito a gennaio 2024: 2.872 miliardi (forte aumento – nuovo record)

 

Gli ultimi aggiornamenti del 3 aprile riguardano:

  • Stima debito a febbraio 2024: 2.876 miliardi (forte aumento)
  • Stima debito a giugno 2024: tra 2.934 e 2.965 miliardi

 

Gli ultimi aggiornamenti del 15 marzo riguardano:

  • Debito a gennaio 2024: 2.849 miliardi (lieve diminuzione)

 

Gli ultimi aggiornamenti del 6 marzo riguardano:

  • Pubblicato il 52° Osservatorio sui conti pubblici

 

Gli ultimi aggiornamenti del 15 febbraio riguardano:

  • Debito a dicembre 2023: 2.863 miliardi (moderato aumento)
  • Stima debito a gennaio 2024: 2.856 miliardi (stabile/lieve diminuzione)
  • Stima debito a giugno 2024: tra 2.879 e 2.889 miliardi
  • Stima PIL 2024: +0,6%
  • Stima PIL 1° trimestre 2024: +0,1%
  • Stima PIL 2° trimestre 2024: +0,2%
  • Stima PIL 3° trimestre 2024: +0,3%
  • Stima PIL 4° trimestre 2024: -0,1% 

 

Gli ultimi aggiornamenti del 10 febbraio riguardano:

  • Nessuna valutazione da Scope che mantiene il rating italiano a BBB+ con outlook stabile

 

 

si vedano commenti e tabelle sotto.

 

Per scaricare immediatamente il 52° Osservatorio sui dati economici italiani CLICCARE QUI

L’Osservatorio è stato pubblicato il 6 marzo.

 

Debito Pubblico

Il commento della Mazziero Research

Nuovo record del debito pubblico: 2.906 miliardi ad aprile, 6 miliardi in più delle nostre stime.

La dinamica si manterrà in crescita ancora sino a luglio quando poi inizierà la fase di stabilizzazione che normalmente si presenta nella seconda parte dell’anno.

Secondo le stime Mazziero Research il debito dovrebbe raggiungere i 2.935-2.953 miliardi a giugno per poi chiudere l’anno in una forchetta compresa tra 2.928 e 2.979 miliardi.

 

Il rapporto debito/PIL nel 1 trimestre del 2024 torna a crescere al 137,8% dal 137,1% di fine anno (Grafico sotto).

Precisiamo a tal riguardo che il rapporto debito/PIL è una misura su base annuale ed è valida solo con un calcolo a fine anno. La nostra misura utilizza il metodo TTM (Trailing 12 months) che consiste nel prendere gli ultimi 4 trimestri come se facessero parte dello stesso anno. Così facendo si introducono delle approssimazioni che vanno assunte con cautela..

 

 

Il grafico del debito in alto presenta con una linea rossa i dati ufficiali pubblicati da Banca d’Italia, e prosegue in grigio con i valori stimati dalla Mazziero Research.

La tabella di affidabilità indica le differenze tra i valori ufficiali e le stime precedentemente fatte dalla Mazziero Research.

 

 

La linea rossa verticale nella tabella di affidabilità indica il momento di revisione delle modalità del calcolo del debito da parte di Eurostat e l’innalzamento di circa 58 miliardi. Per uniformità abbiamo mantenuto inalterati i valori precedenti di stime e debito.

 

I dati ufficiali

Debito pubblico: 2.906 miliardi (forte aumento – nuovo record)
Relativo a: aprile 2024
Pubblicato il: 14 giugno 2024

STIME Mazziero Research

 

La stima a giugno 2024
Compreso tra 2.935 e 2.953 miliardi
Intervallo confidenza al 95%
Dato ufficiale verrà pubblicato il: 16 agosto 2024

La stima a dicembre 2024
Compreso tra 2.928 e 2.979 miliardi
Intervallo confidenza al 95%
Dato ufficiale verrà pubblicato il: 14 febbraio 2025

 

Analisi, stime e un’ampia rassegna dei dati economici italiani sono pubblicati nel 52° Osservatorio sui dati economici italiani CLICCARE QUI

L’Osservatorio è stato pubblicato il 6 marzo.

 

Stima PIL 2024

 

 

Tutto sommato soddisfacente il PIL 2024 da noi stimato a +0,9% dal +0,8% precedente.

La revisione al rialzo è solo una variazione statistica non determinata da un reale miglioramento delle condizioni economiche italiane.

Manteniamo le nostre stime di crescita per il 2° trimestre del 2024 al +0,3%, del 3° trimestre dal +0,3% e il 4° a -0,1% (parte superiore della tabella).

 

Titoli di Stato in scadenza nel 2024

 

 

Il grafico qui sopra mostra gli importi di titoli in scadenza per ogni mese sino a fine 2024.

I mesi più critici

Maggio, settembre e dicembre sono i mesi più impegnativi in quanto scadono titoli per circa 45 miliardi o più.
Come negli altri anni, il Tesoro sta anticipando le maggiori emissioni al fine di mantenere un ritmo inferiore nella parte finale dell’anno.

Resta importante che non vi siano forti contraccolpi sul lato dei rendimenti che appesantirebbero la spesa per interessi a lungo termine.

 

Il ritorno dei BTP People

 

 

Gli italiani tornano ad essere buoni compratori dei titoli di Stato in particolare BTP.

Lo si è visto dal successo delle ultime emissioni e lo si riscontra nella detenzione di titoli di Stato rilevata dalla Banca d’Italia.

Il grafico ci mostra l’evoluzione da dicembre 2022 a dicembre 2023 e si può notare come i residenti italiani – famiglie e imprese – abbiano aumentato il portafoglio di titoli di Stato italiani da 741 a 790 miliardi di euro.

Questo trend positivo sembra essere spinto da un rinnovato interesse verso i rendimenti offerti da questi strumenti, percepiti come particolarmente vantaggiosi in un contesto in cui il rischio è attualmente considerato contenuto.

Nota: il dato non comprende la detenzione da parte di Banca Centrale, Banche, Fondi pensione e Assicurazioni.

 

Rendimenti all’emissione BTP a 10 anni

 

 

In leggero aumento i rendimenti all’emissione dei BTP a 10 anni al 3,97%.

Con il recente ribasso dei tassi BCE dello 0,25% al 4,25% dovremmo assistere a una graduale riduzione.

 

 

Il grafico dei Rating e il calendario delle valutazioni nel 2024

 

 

 

Anche Moody’s, l’Agenzia più critica nei confronti dell’Italia, ha lasciato il rating inalterato.

Il prossimo appuntamento è con Scope nella prima metà di luglio, che insieme a DBRS è fra le Agenzie più benevole per il nostro rating. Non ci aspettiamo sorprese su questo versante.

 

 


Bottone per iscrizione a comunicati stampa Osservatorio

 

 

 

LE MAPPE DEL TESORO

Scritto a 4 mani da Paolo Gila e Maurizio Mazziero disponibile in libreria dal 10 maggio.

Un libro per tutti, di facile leggibilità, che aiuta a comprendere la disponibilità di materie prime e il vantaggio geoeconomico strategico dei Paesi che le producono.
60 materie prime in 30 capitoli che puoi scegliere di leggere nell’ordine di preferisci consultando le 30 mappe a colori dei luoghi di produzione.

Potrai così conoscere un’ampia gamma di argomenti del nostro tempo dalla transizione energetica alla tecnologia e i semiconduttori, corredato sempre da analisi del contesto economico e dei nuovi equilibri tra Oriente e Occidente.

Adatto a ogni genere di pubblico, compresi i ragazzi che studiano. Un’occasione per accrescere il tuo bagaglio di conoscenza e dare un nuovo impulso alla tua formazione personale.

In uscita il 10 maggio, puoi già prenotarlo qui:

Hoepli LINK       ==== >>     Spedizione GRATIS
Amazon LINK

 

 

 

 

 

IL TESTO PER CONOSCERE LE MATERIE PRIME

La Guida definitiva per chi vuole conoscere le materie prime come un professionista. Completamente aggiornata ai cambiamenti dopo il Covid-19 e il Conflitto fra Russia e Ucraina.

Nella 2a edizione oltre 100 pagine in più con molte sezioni ampliate (es. COT e gas naturale) e altre completamente nuove come Uranio, Idrogeno, contratti su acqua e meteo; aggiornati i link alle fonti informative.

Alcuni numeri di questa edizione:

  • 14 Capitoli
  • 456 Pagine
  • 281 Figure
  • 102 Tabelle
  • 32 Link a Fonti Informative
  • Tabelle di conversione delle unità di misura
  • Indice analitico degli argomenti

ORDINALO SUBITO CLICCA QUI PER ORDINARE SU AMAZON

CLICCA QUI SE LO VUOI ORDINARE DALL’EDITORE HOEPLI

Ricorda: per non sbagliare e prendere il vecchio, controllare la copertina deve essere come quella della figura (ISBN 978-8836013869)

 

 

 

 

PORTA UN ESPERTO DI ECONOMIA NELLA CONVENTION DELLA TUA AZIENDA

Gli analisti della Mazziero Research possono contribuire al successo del tuo evento portando la loro esperienza sull’economia italiana e globale e sui mercati finanziari.
Contattaci subito qui

 

 

 

Indice di tutti gli Osservatori pubblicati

(cliccando sul titolo è possibile scaricare direttamente il Pdf del documento).

Italia economia a fine 2023

Pil debito & Co – Economia italiana a ottobre 2023

Italia 1 trim 2023 – Pil debito & Co 

Italia: economia a fine 2022

Italia 3 trim 2022: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2022

Italia 1 trim 2021: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2021

Italia 3 trim 2021: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2021

Italia 1 trim 2021: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2020

Italia 3 trim 2020: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2020

Italia 1 trim 2020: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2019

Italia 3 trim 2019: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2019

Italia 1 trim 2019: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2018

Italia 3 trim 2018: Pil, debito & Co.

Speciale NaDEF 2018

Italia: economia a metà 2018

Italia 1 trim 2018: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2017

Italia 3 trim 2017: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2017

Italia 1 trim 2017: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2016

Italia 3 trim 2016: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2016

Italia 1 trim 2016: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2015

Italia 3 trim 2015: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2015

Italia 1 trim 2015: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2014

Italia 3 trim 2014: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2014

Italia 1 trim 2014: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2013

Italia 3 trim 2013: Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2013

Italia 1 trim 2013: Pil, debito & Co.

Italia: economia a fine 2012

Italia 3 trim 2012 Pil, debito & Co.

Italia: economia a metà 2012

Italia 1q 2012 Pil debito & Co.

Italia 2011 un anno di sofferenza   Versione inglese  Italy 2011 a year of sufferance

Italia 3 trim 2011 Pil debito & Co

Italia economia al giro di boa del 2011

Italia 1q2011 Pil debito & Co

2010 un altro anno a debito per Italia

 

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Fondatore della Mazziero Research, socio Professional SIAT (Società Italiana di Analisi Tecnica), si occupa di analisi finanziarie, reportistica e formazione e partecipa al Comitato di Consulenza di ABS Consulting. Coautore del nuovissimo libro “Le mappe del Tesoro”, ha scritto numerosi testi economico-finanziari, fra cui “Investire in materie prime” e “Guida all’analisi tecnica”. Viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia a convegni, seminari e programmi radiotelevisivi; pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari e programmi radiotelevisivi; pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

24 Comments