Crescita di fatturato e utili i punti forti di Elisabetta Franchi

Crescita di fatturato e utili i punti forti di Elisabetta Franchi

Betty Blue la maison di Elisabetta Franchi guarda alla borsa; ecco i risultati 2019

 

Il pubblico femminile conosce molto bene le collezioni di Elisabetta Franchi se approderà in borsa sarà possibile investirvi grazie alla fusione di Spactiv, già quotata al segmento AIM di Borsa italiana, e Betty Blue spa.

Sarà un’occasione anche per le donne sensibili agli investimenti che potranno così seguire ancora più da vicino lo sviluppo internazionale di Elisabetta Franchi.

Elisabetta Franchi è un brand molto conosciuto nel settore della moda donna, caratterizzato da qualità, artigianalità ed esperienza sartoriale: valori che hanno reso famose nel mondo le collezioni di Elisabetta Franchi.

La donna vestita da Elisabetta Franchi è elegante, giovanile e amante della femminilità, tratti che rendono inconfondibili i capi esposti negli oltre 1.200 punti vendita in 60 Paesi.

 

Risultati 2019

 

 

 

La composizione dei ricavi proviene per il 36% dall’estero e per il 19% da negozi di proprietà. Ma è il canale dell’online che vede il maggiore sviluppo: dai 2,6 milioni di fatturato del 2017 a 8,3 milioni del 2019, con un incremento vicino al 220% nel triennio.

Ottima anche la progressione delle vendite al dettaglio nei negozi di proprietà che passano dai 16 milioni del 2017 ai 22,7 milioni del 2019, con un progresso del 42% nel triennio.

La parte del leone la fa comunque la grande distribuzione con un fatturato di 89,4 milioni, in modesta contrazione sui 90,6 del 2017, ma in recupero dagli 88,7 milioni del 2018.

 

 

Il mercato italiano, che vale per il 64% dei ricavi, è quello più promettente: ha visto in tre anni crescere il fatturato da 64,9 a 77,3 milioni, con un progresso su tutti e tre i canali di vendita e con il commercio elettronico a tassi di crescita di oltre il 51% nell’ultimo anno.

I primi due mesi del 2020 sono stati in linea con le migliori aspettative in termini di volumi di vendite, a cui è seguito un progressivo rallentamento dell’attività commerciale a causa della chiusura dal 12 marzo, mentre Il canale e-commerce è sempre rimasto attivo. Dal 18 maggio è prevista la riapertura dei negozi in Italia e, con scadenze diverse, negli altri Paesi.

 

 

Ma è entrando ancora più in dettaglio sul bilancio che si scoprono le enormi potenzialità del marchio Elisabetta Franchi.

Il fatturato negli ultimi quattro anni è passato da 101,9 a 120,4 milioni, con una crescita annuale composta (CAGR) del 5,7%.

La marginalità in termini di EBITDA (l’utile prima degli interessi, delle imposte, del deprezzamento e degli ammortamenti) è cresciuta annualmente del 6,8% negli ultimi quattro anni mantenendosi stabile intorno al 19% del fatturato.

Questi risultati hanno permesso anche la realizzazione di un ottimo utile anch’esso cresciuto di quasi il 10% l’anno su base composta nel quadriennio.

 

Posizionamento strategico

 

Il posizionamento strategico di Elisabetta Franchi è nell’attrattivo segmento del lusso accessibile che si pone a metà strada fra maison premium e luxury con nomi di tutto rispetto nel mondo fashion internazionale.

In termini strategici Elisabetta Franchi si muoverà su tre direttrici:

  • Continuare a crescere in Italia;
  • Accelerare l’espansione internazionale;
  • Ampliare la gamma di prodotti.

 

Al raggiungimento di questi obiettivi è finalizzata la quotazione nel segmento AIM di Borsa italiana che contribuirà ad aumentare ulteriormente la notorietà del brand.

 

Multipli di bilancio 2019

 

Dando un’occhiata allo stato patrimoniale troviamo un patrimonio netto di 46,5 milioni e una liquidità netta adj. Di 11,3 milioni.

Le spese per investimenti (Capex) nel 2019 sono state di 1,4 milioni con un flusso di cassa operativo di 17,2 milioni e un flusso di cassa netto di 7,0 milioni.

 

 

Nella tabella vediamo i multipli della Business Combination derivante dalla fusione tra Spactiv e Betty Blue, che muterà il nome in Elisabetta Franchi, con un valore dell’impresa di 183,7 milioni pari a 7,8 volte l’EBITDA e 8,5 volte l’EBIT (l’utile prima degli interessi, delle imposte).

Il termine adjusted si riferisce alle rettifiche apportate escludendo alcuni costi non ricorrenti fra cui la liquidazione Betty Blue Asia Pacific di Hong Kong.

Considerando il valore di riferimento della Spactiv di 9,93 euro il rapporto Prezzo/Utili (Price/Earnings) risulta pari al 13,3% con un rendimento da dividendi (Dividend/Yield) del 7,7%.

 

Conclusioni

 

In base all’analisi che abbiamo condotto la società Elisabetta Franchi si conferma una realtà interessante guidata da una donna capace e determinata e con uno spirito green che si respira nell’Headquarter di Bologna e nello Showroom di Milano.

Se l’azienda debutterà in borsa sarà con multipli ben al di sotto di quelli che circolano nel mondo della fashion luxury, sarà quindi interessante seguire il titolo Elisabetta Franchi sin dai primi giorni di quotazione.

 

Articolo chiuso in redazione il 14 maggio 2020

——

Nota: l’operazione di quotazione non è stata definita, attualmente al segmento AIM è presente Spactiv.

Il Progetto di Bilancio di Betty Blue al 31 dicembre 2019 è disponibile al seguente LINK

Avvertenza: l’analisi ha esclusivamente finalità informative e non costituisce sollecitazione all’investimento; ogni lettore è personalmente responsabile per le conseguenze di qualsiasi natura nell’utilizzo di questi contenuti.

 

 

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Fondatore della Mazziero Research e socio Ordinario Professional SIAT (Società Italiana di Analisi Tecnica). Autore di numerosi libri, fra cui “Guida all’analisi tecnica”, “Investire in materie prime” e “La crisi economica e il macigno del debito”, viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari e programmi radiotelevisivi; pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

1 Comment