#Azioni italiane ad alto #dividendo

#Azioni italiane ad alto #dividendo

Le borse scendono? Difenditi con le azioni ad alto dividendo

Quando le borse scendono, l’attenzione degli investitori istituzionali si focalizza sulle società che hanno bilanci solidi e dividendi stabili o meglio ancora crescenti.

Queste azioni diventano così difensive e costituiscono un’importante diversificazione per l’intero portafoglio anche quando è composto in una certa misura da azioni di tipo Growth (ad elevata crescita e più sensibili all’aumento dei tassi).

Questo articolo è il primo di una serie e si pone l’obiettivo di individuare le azioni a maggiore dividendo, in questo caso sul mercato italiano.

Tutte le analisi sono state svolte avvalendosi della piattaforma Simply Wall Street e si consiglia di non limitarsi a quanto da noi scritto sinteticamente, ma di approfondire attraverso la navigazione nelle varie schermate per rendersi conto della condizione di valore o meno dell’azione.

Naturalmente quanto scritto non deve essere inteso come consiglio ad acquistare o vendere, l’articolo è rivolto a una vasta platea quindi contiene valutazioni generalizzate che non possono risultare rispondenti al profilo di rischio di ogni singolo investitore.

Chi legge questo articolo deve tenere conto che NON si tratta di un servizio di consulenza, assumendosi la piena responsabilità dell’uso di queste informazioni.

Ma entriamo subito nel dettaglio accedendo a questa pagina (LINK)

Le azioni selezionate sono 4, il simbolo sotto il nome (si chiama snowflake, fiocco di neve) in colorazione verde e con una forma vicina a un cerchio indica società in buona salute.

Le azioni elencate sono:

  • Banca Generali
  • Datalogic
  • Piaggio
  • Esprinet

Eccetto Banca Generali tutte hanno avuto un calo piuttosto significativo nell’ultimo anno, questo automaticamente rende il dividendo più consistente rispetto al prezzo.

Esaminiamo qui solo Banca Generali che ha avuto un calo intorno al 5% su base annua, lasciando a voi esplorare se le altre possano essere un’opportunità in virtù del prezzo molto a sconto.

 

 

La schermata ci dà subito tutte le informazioni più rilevanti, indicando in verde gli aspetti positivi e in rosso quelli più critici.

Gli aspetti più importanti sono:

  • Buona copertura del dividendo
  • Dividendo crescente
  • Buona stima dei dividendi futuri

A questo si associa un dividendo del 6,28% che porta la società nel quartale più alto della media dei dividendi per le azioni italiane che si situa al 4,72%.

Già da questa schermata possiamo vedere che:

  • Gli utili sono cresciuti del 15% all’anno negli ultimi 5 anni
  • In futuro si stima cresceranno del 4,44% all’anno

e secondo la stima derivata da parametri di bilancio e dalle stime di crescita degli analisti il prezzo risulta inferiore del 16,7% rispetto al calcolo del fair value (letteralmente giusto valore)

Cliccando qui (oppure sull’immagine sopra) si viene diretti nella pagina di analisi dettagliata del titolo e si potranno consultare tutti quei parametri che incidono nella forma dello snowflake:

  • Valutazione
  • Crescita futura
  • Performance nel passato
  • Salute finanziaria
  • Dividendo

Si potranno ottenere in fondo alla pagina informazioni sul management, sul possesso azionario e su eventuali acquisti o vendite di internal dealing, ovvero fatte dagli azionisti rilevanti.

 

 

Qui sopra troviamo il grafico relativo alla valutazione, il piccolo bottone in basso a destra “View Data” sul grafico pubblicato nella pagina del sito Simply Wall Street consentirà di vedere il dettaglio nel calcolo del fair value.

 

 

 

La pagina di analisi di ogni singolo titolo è ricca di dati come ad esempio i futuri utili e ricavi (grafico sopra) o il profilo patrimoniale con un colpo d’occhio molto utile sul livello del debito (grafico sotto).

 

 

Lasciamo a voi scoprire altri grafici molto utili come quelli sul Price/Earnings (Prezzo/utili) e sulla sua crescita, ricordando che ogni piattaforma di analisi risulta utile per effettuare una veloce analisi e per selezionare dei candidati, ma è parimenti consigliabile prima di prendere una decisione di investimento recarsi nel sito della società alla sezione Investor relations per scaricare i bilanci a scopo di verifica.

 

Avvertenza: abbiamo presentato questa piattaforma per farvi conoscere uno strumento che può risultare utile. NON abbiamo in alcun modo inteso consigliare alcun titolo, né in acquisto né in vendita, e quindi NON deve e non può essere inteso come sollecitazione all’investimento. Ogni lettore è personalmente responsabile per le conseguenze di qualsiasi natura nell’utilizzo di questo materiale.

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Fondatore della Mazziero Research e socio Ordinario Professional SIAT (Società Italiana di Analisi Tecnica). Autore di numerosi libri, fra cui “Guida all’analisi tecnica”, “Investire in materie prime” e “La crisi economica e il macigno del debito”, viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari e programmi radiotelevisivi; pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.