L’economia italiana nel 3° trimestre 2014

L’economia italiana nel 3° trimestre 2014

Cala il debito pubblico, ma salirà dal prossimo mese 

Cala di 34.4 miliardi il debito pubblico nel terzo trimestre 2014, attestandosi a 2.134 miliardi. Tuttavia i modelli previsionali Mazziero Research evidenziano una nuova ripresa dell’indebitamento dal prossimo mese (dati di ottobre) quando salirà a 2.161 miliardi, a soli 7 miliardi dal record storico di luglio.

Nemmeno l’inclusione delle attività illegali nel PIL, come droga e prostituzione sono state sufficienti a farci uscire dalla recessione, che ormai ci accompagna da 13 trimestri consecutivi.

La disoccupazione resta un fattore critico, con un 12,6% a cui si dovrebbe aggiungere un 2,1% di Cassa Integrazione; insostenibile la disoccupazione giovanile al 42,9%, appena 0,8% al di sotto dal massimo storico registrato a giugno.

Il panorama di fondo resta preoccupante: i dati dei documenti di programmazione economica appaiono troppo ottimisti e il rischio è che intervenga la clausola di salvaguardia con l’IVA che passerebbe al 24% nel 2016, al 25% nel 2017 e al 25,5% nel 2018, insieme ad altri aumenti delle accise.

Sarebbe un evento nefasto; aumentare le tasse in un contesto recessivo crea sempre più danni di quanto ci si aspetti. L’unica via d’uscita resta la diminuzione della spesa – conclude il fondatore della Mazziero Research – avevamo un Commissario alla spending review, non si capisce perché sia stato esonerato dall’incarico.

E’ possibile scaricare il XVI Osservatorio sui dati economici italiani al 3 trimestre 2014 al link:
Italia 3 trim 2014: Pil, debito & Co.

 

Print Friendly and PDF

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Fondatore della Mazziero Research, socio Ordinario Professional SIAT (Società Italiana di Analisi Tecnica), consulente finanziario autonomo iscritto all’albo OCF, responsabile del Comitato di Consulenza di ABS Consulting. Autore di numerosi libri, fra cui “Guida all’analisi tecnica”, “Investire in materie prime” e “La crisi economica e il macigno del debito”, viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari e programmi radiotelevisivi; pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

2 Comments