Petrolio: il punto sulle quotazioni a inizio maggio 2014

Petrolio: il punto sulle quotazioni a inizio maggio 2014

Il petrolio chiude il mese di aprile riportandosi sui medesimi livelli di prezzo da dove l’aveva iniziato; particolarmente pesante la chiusura del 30 aprile in cui le quotazioni hanno lasciato sul tappeto l’1 e mezzo per cento, scendendo al di sotto dei 100 dollari al barile.

Cliccare per ingrandire

 

Nel grafico dei prezzi è possibile osservare diverse zone di oscillazione: 92,50-97,50, 97,50-102,50 e 102,50-105; dopo aver abbandonato la zona superiore che ha interessato la fine del mese di febbraio e, più tardi, la metà di aprile i prezzi sono tornati nella zona intermedia ed ora è assai plausibile che si dirigano verso il supporto di 97,50 che aveva sostenuto le quotazioni a metà marzo.

Cliccare per ingrandire

 

La curva forward resta in backwardation, sebbene l’inclinazione si stia leggermente attenuando, ciò evidenzia un mercato ancora in squilibrio probabilmente a causa dei timori di instabilità politica. In realtà le scorte negli Stati Uniti sono ai massimi di periodo e si inizia a ipotizzare una lieve ripresa delle esportazioni dalla Libia.

Ancora un rinvio invece per l’avvio di produzione del giacimento di Kashagan, in Kazakistan, che a causa di un’ulteriore perdita nell’oleodotto probabilmente non vedrà la luce sino al 2016. Eni partecipa al progetto di 50 miliardi di dollari insieme a ExxonMobil, Royal Dutch Shell, Total e CNPC.

Per conoscere cos’è la curva forward e il significato di contango e backwardation si veda l’articolo: La curva forward

 

Print Friendly and PDF

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Analista finanziario, fondatore Mazziero Research, Socio Professional SIAT ed esperto di materie prime è responsabile del Comitato di Consulenza di ABS Consulting. Autore di numerosi libri fra cui la “Guida all’analisi tecnica”, il “Manuale dell’investitore consapevole” e il nuovissimo “Investire in materie prime”, viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari, convention aziendali e programmi radiotelevisivi. Pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.