Fitch conferma l’Italia a BBB con outlook stabile: le motivazioni

Aggiornamento rating

Fitch conferma l’Italia a BBB con outlook stabile: le motivazioni

Fitch ha confermato il rating BBB prevedendo un outlook stabile per l’Italia; ciò significa che non prevede futuri declassamenti, ma neanche promozioni.

Fra le motivazioni della valutazione troviamo:

  • Il Paese è sostenuto da un’economia diversificata, con un basso indebitamento privato.
  • Permane un elevato debito pubblico con una bassa crescita.
  • Il nuovo programma di stabilità rimanda ulteriormente il miglioramento dei conti pubblici.
  • Probabile un ulteriore slittamento degli obiettivi di bilancio nel 2018 e 2019.
  • L’evoluzione del debito pubblico non migliora, facendo dell’Italia uno dei paesi maggiormente indebitati dell’universo di valutazioni di Fitch.
  • L’attività economica sta migliorando, ma resta ancora debole.
  • Il panorama politico rimane altamente frammentato, con rischi di governo debole e di derive populiste che potrebbero influenzare le elezioni nel 2018.
  • Il settore bancario italiano continua ad essere affetto da un elevato livello di crediti in sofferenza (NPL), accompagnato dalla scarsa redditività, che aggiunge rischi negativi per il debito sovrano.

 

I temi evidenziati pongono in luce il panorama ancora debole per il nostro Paese, si può considerare quindi che il mantenimento del rating BBB non sia così fuori luogo, anzi contenga in qualche modo una certa benevolenza.

 

libro Investire in Materie Prime

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Analista finanziario, fondatore Mazziero Research, Socio Professional SIAT ed esperto di materie prime è responsabile del Comitato di Consulenza di ABS Consulting. Autore di numerosi libri fra cui la “Guida all’analisi tecnica”, il “Manuale dell’investitore consapevole” e il nuovissimo “Investire in materie prime”, viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari, convention aziendali e programmi radiotelevisivi. Pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.