Debito pubblico Flash: 15 gennaio 2016

Debito pubblico Flash: 15 gennaio 2016

2.212 miliardi, giù il mese prossimo
poi verso nuovi record
Dato di novembre 2015 e stime sino a giugno 2016

Il dato del debito pubblico pubblicato oggi da Banca d’Italia si riferisce a novembre 2015 ed è pari a 2.212 miliardi, in linea con le nostre stime che lo davano pressoché invariato rispetto a ottobre.

Forte ripiegamento per il dato di fine anno, che dovrebbe situarsi intorno a 2.167 miliardi, con una riduzione di circa 47 miliardi (la forchetta di confidenza è compresa tra 2.163 e 2.170 miliardi; il dato di fine anno potrebbe scostarsi lievemente di più a seguito di misure occasionali volte a migliorare il valore del finale debito).

Se queste stime venissero confermate ci troveremmo di fronte al minor incremento annuale del debito pubblico (38 miliardi) dal 2008 ad oggi.

Tuttavia a partire dal dato di gennaio, che verrà pubblicato a marzo, il debito tornerà a correre toccando un massimo assoluto a maggio e poi scendere leggermente a giugno in una fascia compresa tra 2.253 e 2.233 miliardi.

Analisi, stime e un’ampia rassegna dei dati economici italiani verranno pubblicati nel 21° Osservatorio dei dati economici italiani in uscita il 17 febbraio prossimo.

Per consultare i numeri precedenti:

Indice degli Osservatori trimestrali sui dati economici italiani

 


Print Friendly and PDF

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Analista finanziario, fondatore Mazziero Research, Socio Professional SIAT ed esperto di materie prime è responsabile del Comitato di Consulenza di ABS Consulting. Autore di numerosi libri fra cui la “Guida all’analisi tecnica”, il “Manuale dell’investitore consapevole” e il nuovissimo “Investire in materie prime”, viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari, convention aziendali e programmi radiotelevisivi. Pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.