Al toro piace dolce

Al toro piace dolce

Lo zucchero negli ultimi due mesi ha invertito una lunga tendenza ribassista, accentuata anche dalla svalutazione del real brasiliano rispetto al dollaro. Il Brasile, infatti, è il maggior produttore mondiale e le quotazioni risentono dei costi di produzione del paese carioca.

I prezzi dopo aver lambito i 10 centesimi per libbra a fine agosto, hanno invertito la rotta con strappi delle quotazioni che hanno raggiunto i 14,5 centesimi con un apprezzamento di circa il 40%.

Zucchero 301015

Da qualche seduta si sta creando una formazione triangolare di breve termine con compressione di volatilità, che lascia presagire il caricamento di una molla che fornirà la spinta necessaria ad agganciare l’area dei 15 centesimi.

Al tempo stesso l’imminente incrocio delle medie mobili a 50 e 200 periodi potrebbe gettare ulteriore benzina sul fuoco, con l’apertura di nuove posizioni rialziste da parte dei fondi.

Zucchero curva fwd 30102015

La curva forward più recente (linea azzurra) è nel complesso appiattita ma ha già iniziato ad assumere una forma di backwardation (prezzi a pronti maggiori di quelli a termine) sulle prime scadenze future.

È il segnale che la domanda inizia a trovare difficoltà ad incontrare l’offerta e quindi i compratori sono disposti a pagare di più pur di ottenere la materia prima senza attendere scadenze più avanti nel tempo.

SB COT

Tuttavia i commercial, gli operatori del settore, rappresentati nel grafico del COT dall’istogramma più scuro, non sono così convinti che il rialzo possa continuare e stanno via via assumendo posizioni nette short sempre più ampie.

Questo aspetto è da tenere comunque presente dato che la continuazione del rialzo, seppur plausibile, potrebbe essere velocemente fiaccata dalle prese di profitto.

In questi casi occorre sempre cercare di ampliare il proprio orizzonte di ricerca, per capire se la crescita impetuosa delle quotazioni sia stata per lo più un rimbalzo tecnico, associata da acquisti di panico dell’industria, o se invece si sia trattato di un primo iniziale cambiamento del profilo del mercato.

Scorte mondiali zucchero

I dati disponibili sono ancora avvolti da una certa dose di aleatorietà, dato che si tratta di stime del Dipartimento dell’Agricoltura americano, ma che confermerebbero per la stagione 2014/15 lo sviluppo di un deficit di produzione mondiale e la conseguente modesta riduzione delle scorte.

Naturalmente occorrerà attendere ulteriori conferme e in particolar modo osservare la produzione brasiliana, che costituisce il reale driver dei prezzi contrattati a New York.

Per tornare alle quotazioni, la prima settimana di novembre sarà cruciale per capire se i prezzi potranno spingersi verso i 15-15,5 centesimi per libbra, da cui dopo una pausa di consolidamento potrebbero nascere ulteriori spunti verso 16,5.

Una caduta al di sotto dei 14 centesimi, invece, potrebbe innescare una serie di vendite che i supporti a 13,5 non sarebbero probabilmente in grado di arginare, aprendo così la strada verso i 12,5 centesimi corrispondenti al ritracciamento del 50% della strada sinora percorsa.

Le materie prime ritornano ad essere un investimento interessante, Maurizio Mazziero terrà insieme a Gabriele Bellelli il 21-22 novembre a Carpi il corso Investire con ETF ed ETC. Per consultare il programma clicca qui e manda subito una mail di richiesta informazioni a maurizio@mazzieroresearch.com oppure a g.bellelli@bellelli.biz

Se invece vuoi sapere di più su cosa sono gli ETF/ETC leggi l’articolo Cosa sono gli ETF? cliccando qui.

 

 

 


Print Friendly and PDF

Maurizio Mazziero
maurizio@mazzieroresearch.com

Analista finanziario, fondatore Mazziero Research, Socio Professional SIAT ed esperto di materie prime è responsabile del Comitato di Consulenza di ABS Consulting. Autore di numerosi libri fra cui la “Guida all’analisi tecnica”, il “Manuale dell’investitore consapevole” e il nuovissimo “Investire in materie prime”, viene spesso invitato come esperto di mercati ed economia in convegni, seminari, convention aziendali e programmi radiotelevisivi. Pubblica trimestralmente un Osservatorio sui dati economici italiani.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.